Bellezza biotech e nuovi trend 2014-2015

La bellezza si fa sempre più biotech: è questo il trend principale emerso dalla fiera In Cosmetics 2014 svoltasi ad Amburgo lo scorso Aprile, appuntamento che ha riunito i principali attori nel mondo della cosmesi e dell’igiene personale.

Le novità presentate infatti puntano tutte, se pur in modo differente, alla biotecnologia, se non più in generale, all’innovazione tecnologica applicata alla bellezza e alla cosmetica. In che modo?

Il mercato dei prodotti cosmetici tiene: nel 2013 ha toccato i 318 miliardi di dollari di fatturato a livello globale; crescono, lievemente con un 3% sia i prodotti di lusso che quelli dei mass market, con picchi di crescita più spiccati in Cina, India, Indonesia, Malesia, Messico e Brasile; ma i consumatori si fanno sempre più esigenti e sfuma il muro netto tra prodotti professionali e commerciali, mentre aumenta la richiesta di cosmetici multibenefit. Dalle BB e CC Cream, ora ci sono i prodotti per capelli che li profumano e ne curano le fragilità,il trucco per le chiome, le fragranze negli smalti rinforzanti e i detergenti per il corpo con texture ad effetto tessuto.

Ecco allora che le nuove tendenze presentate ad Amburgo cercano di soddisfare queste esigenze.

Dal punto di vista degli ingredienti cosmetici innovativi, sono stati premiate ad esempio le nuove emulsioni ideate dall‘industria cosmetica coreana, sotto forma di perline morbide e colorate, ricche di nutrienti da applicare sulla pelle, con estrema gradevolezza, che pare metteranno in panchina le tradizionali creme di bellezza.

Luci puntate anche su speciali alghe tipiche della zona artica, alla base di nuovi prodotti per la bellezza: ingredienti naturali in grado di stimolare secondo gli studiosi il gene della longevità della pelle. La particolarità sta nel fatto che queste alghe non vengono raccolte sul campo, col rischio di un’alterazione dell’ecosistema, ma vengono coltivate in Svizzera con una procedura biotecnologica, che utilizza reattori di vetro.

Di particolare interesse, per rimanere in parte in tema, anche le alghe brune dell’arcipelago francese di Brehat: il loro utilizzo in cosmesi è frutto di una ricerca completa ed innovativa sui meccanismi coinvolti nella pigmentazione della cute. E’ stata dimostrata infatti scientificamente la loro capacità di schiarire la pelle.

Oltre ad una miscela di iris, Vitamina A e selenio per ridurre le imperfezioni e i pori dilatati.

Estremamente innovativo e biotecnologico anche un altro ingrediente presentato alla In Cosmetics: è il Lime Pearl ™ , nuova generazione di un prezioso AHA estratto dal Caviar Lime frutto proveniente dalla foresta sub-tropicale pluviale australiana. Ha attività esfoliante data da un nuovo meccanismo di azione, la stimolazione della sintesi TRPV3: induce un peeling delicato per una carnagione più liscia e luminosa.

Ma a tracciare le fila dei trends cosmetici 2014-2015, non ci sono solo i nuovi ingredienti: pronti a stimolare la curiosità e l’acquisto dei consumatori, anche gli smalti ed i trucchi per i capelli, profumati, colorati ed al contempo originali, protettivi e curativi (idratanti e rafforzanti), spazzole detergenti per il viso ad ultrasuoni, apparecchi iper-tecnologici, ma di facile utilizzo per la cura dei piedi, eccetera.

Senza dimenticare il prezioso contributo dei mass media online e dei social network: selfie da postare su Facebook o Instagram stanno cambiando il modo di approcciare alla bellezza, sempre più personalizzato, individuale, e dunque capace anche di interagire con idee di una pubblicità commerciale diversa: basti pensare all’interesse destato dalla nail art, ma anche ad esempio alla audace campagna di Lancome, #bareselfie, che ha invitato all’invio di foto con e senza trucco, raggiungendo quota 500 autoscatti.

In crescita anche il beauty shopping: da non trascurare la tecnologia di internet quindi!